WIP – 2010 – Grande Mazzinga Brain Condor


Questo wip è sul Brain Condor del Grande Mazinga, in scala ignota.
Per comodità (soprattutto perchè devo rifare il pilota, Tetsuya Tsurugi!!) ho optato per una scala 1/48, che comunque mi pare abbastanza adatta.
Essendo un modello molto vecchio, e soprattutto di quelli con le rotelle a molla, ho dovuto iniziare prendendo drastiche decisioni per le molte modifiche da fare.
Ho tolto via la parte inferiore che ospitava appunto il meccanismo a molla, richiudendo il tutto con plasticard e stucco Bondo.

Dopo aver comprato una scatola di piloti in scala 1/48, ho iniziato a togliere tutti i particolari da un pilota, cercando poi di ricostruire la tuta del nostro Tetsuya. Naturalmente il risultato non è eccezionale, ma a me può bastare.
Devo ancora lavorare un pò sul casco…
Il cockpit è interamente ricostruito in plasticard. Devo ammettere che è un pò stretto per il pilota, ma lo spazio è limitato dalla struttura del modello…
SOno poi passato a dettagliare gli strumenti. Il design non è proprio quello del cartone animato, diciamo che l’ho reso un pò più “reale”…
Sulla carlinga del Condor ho inciso delle pannellature, che secondo me lo rendono più “cattivo”…

Ho voluto provare la tecnica descritta e utilizzata dall’altro forumista Wittmann68, dando una mano di Primer sul modello, seguita da passate sovrapposte di nero, silver e bianco per avere profondità nella fase di invecchiamento e scrostatura.
Prossima fase sarà la stesura una mano di silver e di rosso trasparente.
Dopo una mano di nero lucido Tamiya, ho usato per la prima volta gli Alclad, e devo ammettere che hanno una resa eccezionale…

Sono poi passato al rosso trasparente Tamiya, dato su tutto il modello.
Dopo una notte di asciugatura, ho mascherato con nastro carta tutte le parti che dovevano essere gialle. Ho poi ridato una mano di Alclad e il giallo trasparente Tamiya.
Ora non rimane che la striscia nera centrale, un pò di weathering et voila!!!! Il Brain Condor è FINITO!!!
Finalmente vedo avvicinarsi la fine di questo progetto!!
Dopo aver effettuato delle scrostature sulla vernice, ho dato delle passate di Smoke tamiya trasparente in alcuni punti del Brain Condor, come i reattori e i cannoncini frontali.
Ho poi fatto un paio di lavaggi con marrone ad olio. Scusate se alcune immagini sono sfocate, ma stasera la macchina fotografica fa un pò di bizze…
Ultima modifica prima del passaggio del trasparente opaco.
Come suggerito da alcuni utenti del forum NKGC ho modificato i reattori posteriori.
Ora mi sembrano molto meglio…

Ho iniziato poi la base del diorama, ambientato in mare. Il Brain Condor è stuccato e pronto per la fase colore…

Dopo aver sistemato la basetta con cornice e pareti laterali, ho rimesso mano alle onde del mare, aggiungendone e facendo meglio il tutto. Ho tolto una parte di parete di legno dove il mare sprofonda per la forza dell’aria prodotta dal passaggio del “Condor” (naturalmente dopo aver mascherato per bene la basetta).

Sono poi passato alla fase di colorazione, partendo da un Flat Blue Tamiya con aggiunta qualche goccia di Flat Green. Ho poi aggiunto altro verde per passare le creste delle onde. Alla fine, con del bianco sporcato di verde ho ripassato di nuovo la parte superiore delle onde.

Con lo stesso colore, più diluito e a bassa pressione ho fatto una cosa simile al “Mottling”, tecnica che ho scoperto grazie all’amico Medorik (i suoi Predator sono spettacolari) del forum della NKGCommunity, ed ho iniziato a fare tanti cerchi sul pelo dell’acqua, per simulare un pò di profondità…
Alla fine ho passato una mano di Clear Blue per omogeneizzare il tutto…
Il risultato mi pare abbastanza convincente, tenendo presente che devo ancora creare l’acqua vera e propria.

Prendendo spunto da una puntata della seconda serie dei Plamo Tsukurou ho deciso di cimentarmi con il ricreare l’acqua. Dopo aver dipinto la basetta con un blu verde, ho iniziato ad applicare del silicone trasparente di quello usato per sigillare i vetri.
L’effetto che si viene a creare è abbastanza veritiero…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *